Capgemini sottolinea i rischi delle rinnovabili

Sicurezza energetica in Europa a rischio black-out dalle fonti rinnovabili Secondo quanto riportato da Adnkronos, la multinazionale francese di consulenza Capgemini ha realizzato uno studio sull’impatto delle fonti rinnovabili in Europa, condotto dall’Osservatorio europeo dei mercati energetici.

Il risultato conferma una dinamica sempre più evidente: la diffusione delle rinnovabili discontinue sta mettendo a rischio la sicurezza energetica europea. In particolare la diffusione dei grandi parchi eolici nel Nord Europa ha un effetto strutturale molto grave: la pesante incentivazione ha infatti minato la competitività delle centrali termoelettriche, spingendo diversi operatori a programmarne la chiusura.

Il ruolo delle centrali termoelettriche, sempre disponibili, è tuttavia fondamentale per mantenere in equilibrio la rete e compensare gli squilibri dovuti alla natura discontinua della produzione rinnovabile (eolica e fotovoltaica). Si crea così un potenziale rischio per la stabilità del sistema elettrico europeo, sempre più interconnesso, paradossalmente creato dall’intervento pubblico.

Molto di cui riflettere, in Germania come in Italia. Ma soprattutto a Bruxelles.

.

Aggiornamento: qui il report completo.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

3 risposte a Capgemini sottolinea i rischi delle rinnovabili

  1. Matteo Verda dice:

    Nell’articolo si parla anche dell’enorme aumento delle esportazioni di gas americano: dato che di esportazioni statunitensi (Alaska a parte) si parla solo nei progetti infrastrutturali, è probabile che si tratti di una svista del giornalista.

  2. The Hooded Claw dice:

    Quando si dice vendere la pelle dell’orso prima di averlo ucciso…

Rispondi a Matteo Verda Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *