INFOGRAFICA – Consumi energetici delle principali economie

INFOGRAFICA - Consumi energetici: mondoInfografica mondo – alta risoluzione INFOGRAFICA - Consumi energetici: ItaliaInfografica Italia – alta risoluzione
INFOGRAFICA - Consumi energetici: GermaniaInfografica Germania – alta risoluzione
INFOGRAFICA - Consumi energetici: FranciaInfografica Francia – alta risoluzione
INFOGRAFICA - Consumi energetici: Regno Unito

Infografica Regno Unito – alta risoluzione

INFOGRAFICA - Consumi energetici: Stati Uniti

Infografica Stati Uniti – alta risoluzione

INFOGRAFICA - Consumi energetici: Cina

Infografica Cina – alta risoluzione

INFOGRAFICA - Consumi energetici: IndiaInfografica India – alta risoluzione
INFOGRAFICA - Consumi energetici: RussiaInfografica Russia – alta risoluzione

INFOGRAFICA - Consumi energetici: Giappone

Infografica Giappone – alta risoluzione

INFOGRAFICA - Consumi energetici: Brasile

Infografica Brasile – alta risoluzione

INFOGRAFICA - Consumi energetici: Sud Africa

Infografica Sud Africa – alta risoluzione

Taggato , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

3 risposte a INFOGRAFICA – Consumi energetici delle principali economie

  1. Alessandro dice:

    Incredibile notare da questi grafici fatti davvero bene come siamo ancora dipendenti dal petrolio nonostante siamo nel 2016. Imbarazzanti alcuni confronti col resto del mondo davvero ….

    • Matteo Verda dice:

      La dipendenza dal petrolio è meno incredibile se si considera che le alternative sono tutte tecnologicamente inferiori. Nonostante il prezzo di benzina e gasolio sia raddoppiato artificialmente tramite le tassazione, restano largamente competitivi. Fintanto che non si avranno miglioramenti tecnologici sul fronte delle batterie e, magari, su quello della capacità di generazione (rinnovabile e nucleare), sostituire il petrolio con altre fonti è una strada percorribile solo a costo di una vasta contrazione delle attività economiche. Puoi si può scegliere che ne valga la pena, ma questo è un altro discorso.
      Guardando i grafici, quello che mi colpisce di più è invece quanta parte dei consumi mondiali di energia, soprattutto in Asia orientale, sia soddisfatto dal carbone, con tutte le conseguenze in termini di emissioni che questa situazione comporta. Ma, dati i loro tassi di sviluppo, in fondo per loro ne vale la pena, di sacrificare un po’ di integrità del pianeta con la possibilità di continuare a crescere. Collettivamente è follia, ma individualmente è razionale. Almeno per ora.

  2. Marco Donato dice:

    Collettivamente è come correre verso un muro, sperando che il muro si sposti così da non sbatterci contro! Le leggi della fisica e l’esperienza del passato dovrebbero averci insegnato che non si puo’ contrastare il declino della produzione di un bene finito che sia Petrolio, Carbone o Gas. Percio’ la consapevolezza dovrebbe guidarci per guardare al futuro ed essere più generosi verso i nostri figli e nipoti e smettere di inquinare, sprecare energie fossili ed essere piu’ gentili verso il Pianeta Terra che ci ospita e che spero riuscira’ a dare una vita dignitosa anche alle mie figlie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *