WEC – World Energy Scenarios 2016

wec2016_smallIl mondo dell’industria energetica è destinato a essere rivoluzionato profondamente da alcune delle dirompenti tendenze in atto. Dal 1970, l’economia mondiale ha visto una rapida crescita della domanda, soddisfatta soprattutto ricorrendo alle fonti fossili. Il futuro tuttavia sarà differente: l’industria dell’energia opererà in un contesto caratterizzato da minor crescita della popolazione, tecnologie radicalmente nuove, sfide ambientali senza precedenti e un progressivo spostamento geografico del potere economico e politico. Queste tendenze di fondo ridefiniranno profondamente i mercati energetici.

Nel tracciare questo quadro a premessa del suo World Energy Scenarios 2016, il World Energy Council individua anche 7 punti di rilievo che emergono dallo studio:

  1. La crescita della domanda di energia primaria a livello globale rallenterà e la domanda procapite di energia raggiungerà il proprio picco prima del 2030 a causa dell’efficientamento senza precedenti creato dalle nuove tecnologie e da politiche energetiche più stringenti.
  2. La domanda di elettricità raddoppierà entro il 2060. Soddisfare questo fabbisogno con fonti energetiche più pulite richiederà enormi investimenti infrastutturali e sistemi integrati in grado di beneficiare tutti i consumatori.
  3. Il fenomenale aumento del solare e dell’eolico continuerà a tassi senza precedenti, creando sia opportunità sia sfide per i sistemi energetici.
  4. La transizione su scala globale dei consumi energetici per i trasporti rappresenta uno dei principali ostacoli da affrontare nello sforzo di decarbonizzare i sistemi energetici del futuro.
  5. Il picco della domanda di carbone e petrolio potrebbe ridurre drammaticamente il valore economico delle riserve naturali di molti Paesi e pesare sui bilanci delle società energetiche, pubbliche e private.
  6. Lo sforzo per limitare il riscaldamento globale a non più di 2° di aumento richiederà uno sforzo eccezionale e prolungato, molto superiore agli impegni assunti fino ad ora, e prezzi dell’anidride carbonica molto alti.
  7. Cooperazione globale, crescita economica sostenibile e innovazione tecnologica saranno necessari per bilanciare il Trilemma dell’energia, ossia la necessità di perseguire contemporaneamente sicurezza, equità e sostenibilità ambientale nell’approvvigionamento.

Il report integrale è scaricabile qui.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *