Il metro cubo di gas

Metro cuboIl metro cubo (mc) è l’unità di misura più diffusa per il gas naturale. Anche se esistono diverse alternative più o meno utilizzate (piede cubo, wattora, joule, British termal unit), il metro cubo resta il riferimento più comune e intuitivo nei documenti ufficiali, nelle statistiche e nella stampa.

Non tutti i metri cubi sono però uguali. Se esistono pochi dubbi sul fatto che un metro cubo sia il gas teoricamente contenuto in un cubo coi lati di un metro, quanto sia in effetti quel gas dipende da temperatura e pressione. Convenzionalmente, si considera la pressione di una atmosfera (760 mm Hg), ossia quella teorica a livello del mare.

Quanto alla temperatura, esistono due alternative: 0° centigradi (metro cubo normale) o 15° centigradi (metro cubo standard). Il secondo è più diffuso: per passare dal normale a standard si moltiplica per 1,055.

Non è finita: perché a seconda della composizione chimica del gas (non è tutto uguale), cambia il potere calorifico, ossia quanta energia è possibile produrre dalla sua completa combustione (v. indice di Wobbe). L’unità convenzionale più diffusa per il potere calorifico è il joule .

Quanti milioni di joules (MJ) per metro cubo si contano è arbitrario e indicato nelle note metodologiche (se la pubblicazione è seria). Nelle statistiche del MiSE, 38,1. In quelle Eni e Eurogas, 39. In quelle BP, 41,868. Per convertire da uno standard all’altro, basta moltiplicare per il numero di joules della prima fonte e dividere per quello della seconda fonte.

Occorre poi considerare un altro aspetto: le statistiche riportano il potere calorifico lordo, ossia comprensivo del calore assorbito per far evaporare l’acqua presente all’interno del gas. Escludendo quest’ultima componente, si ottiene il potere calorifico netto. Nel caso del gas, il valore netto si ottiene moltiplicando il lordo per 0,9.

Il potere calorifico netto è importante per comparare fonti energetiche diverse con diverso contenuto di acqua. Per queste comparazioni solitamente si utilizza come unità di misura la tonnellata equivalente di petrolio (tep), il cui potere calorifico è convenzionalmente netto.

Un tonnellata equivalmente di petrolio ha un potere calorifico di 41,868 MJ. Quindi, per convertire 1.000 mc di gas (a 39 MJ) in una tonnellata equivalmente di petrolio, occorre moltiplicare per 39 e per 0,9 e dividere per 41,868 (= 0,838).

Un ultimo aspetto. Il metro cubo è l’unità base: il consumo di una famiglia media è di circa 1.000 metri cubi all’anno. Per indicare il fabbisogno di un Paese, si usano i milioni di metri cubi (Mmc) per i consumi giornalieri e i miliardi di metri cubi (Gmc) per i consumi annuali.

In questo blog, l’unità di misura è il metro cubo standard con potere calorifico lordo di 39 MJ.
.

Per approfondire: IEA, Energy Statistics Manual, 2005 (pdf liberamente scaricabile).

I commenti sono chiusi